Intervista a Morning Tea

Official_6

“Morning Tea è una chitarra acustica in una stanza nell’ East End di Londra. Condensa sulla finestra, vengo e foglie che cadono.
Morning Tea è una chitarra acustica in una stanza nell’ East End di Londra. Condensa sulla finestra, vengo e foglie che cadono. Poi torna il sole. Per un po’. Un thè caldo, dei biscottini e una sigaretta fatta a mano mentre sul piatto gira Nick Drake.
Morning Tea è la prima cosa del mattino, fra la nostalgia di posti mai visti e la magnifica ordinarietà della vita di tutti i giorni.
Morning Tea sono Clarks in cammino sull’asfalto bagnato delle strade di Hoxton, di Sesto San Giovanni o di chissà dove, poco importa.Morning Tea è Mattia Frenna, classe 1988, già “chitarra gentile” dei Motel 20099.
E’ uscito a settembre il suo album d’esordio via Sherpa Records: una raccolta di canzoni essenziale, calma e gentile… Come il thè del mattino.”

Il tuo nome mi è piaciuto tantissimo perché sono una tea lover e per me il tè del mattino è un rituale sacro.  Come lo hai scelto?
Cercavo qualcosa che prima di tutto suonasse bene e che rendesse l’idea del  contesto all’interno del quale si è sviluppato il progetto. Era dicembre di un paio di  anni fa, vivevo in un appartamento popolare ad Hoxton, East London…i giorni erano freddi, umidi e opachi, riflessivi e malinconici…giorni bellissimi tutto sommato…ecco mi sembrava che “morning tea” evocasse tutto questo in maniera perfetta.

Che tipo di tè preferisci e che musica ascolti mentre lo bevi?
Tè nero, è l’unico che riesco a bere…magari con del latte…Io ascolto un sacco di  musica diversa, diciamo che dal momento in cui metto l’acqua nel bollitore al  momento in cui giro lo zucchero si può passare agilmente da Elliott Smith ad Alva Noto.

Qual è la tua tazza preferita?
Onestamente non ho una tazza preferita…diciamo che di solito è un lusso trovarne una pulita.

Com’è nato il progetto Morning Tea?
Da molti anni ormai scrivere canzoni è una consuetudine, una cosa che faccio sempre, e scrivere canzoni è una forma di espressione, un modo di esternare se stessi;  Morning Tea nasce dalle canzoni…avevo bisogno di etichettare un fase della mia vita.

Come mai hai scelto Sherpa Records come etichetta?
Solo per soldi! Eheheh…no scherzo, conosco personalmente i ragazzi e so quanta passione e dedizione mettono nel loro lavoro…tutto qua.

Official_4

Come nascono i tuoi testi?
Quando scrivo un pezzo parto sempre dalla musica, più per una questione concettuale per cui se io faccio musica, la parte musicale deve funzionare anche da sola…altrimenti scriverei poesie. I testi si adattano quindi ad una linea melodica preesistente, ma non per questo sono meno importanti, sono quanto di più intimo e  personale io possa tirar fuori e generalmente nascono per esprimere un qualche sentimento molto forte…

Qual è il posto più strano dove hai suonato?
Ho sempre suonato in posti convenzionali ma grazie per avermelo chiesto, inventerò qualcosa per la prossima volta.

Dove possiamo venire ad ascoltarti prossimamente?
La data di presentazione ufficiale è stata il 25/09 all’ Arci Ohibò, Milano…La prossime data è il 7/11 all’Arci L’impegno di Milano. Per rimanere aggiornati sulle altre date che sono in continuo aggiornamento basta mettere un like alla mia pagina Facebook.

https://it-it.facebook.com/MorningT
https://it-it.facebook.com/sherparecords

Intervista di Chiara Ridolfi

 

Official_5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *