In gita a Cosmofood

img_6052

Tortellini di Valeggio, caciocavallo siciliano, pesto genovese, prosecco di Valdobbiadene e tante altre eccellenze italiane e del centro Europa: sono stata in gita a Cosmofood, la fiera del Food, Beverage & Technology a Vicenza.
(Non sarà così facile raccontarvi la mia giornata godereccia dato che il mio gatto Palmiro non continua a passeggiare sulla tastiera)
All’ entrata mio marito ha afferrato subito il calice per degustare i vini , io, invece, sono una beer lover e ho puntato tutto sulle birre artigianali. L’Evento con 300 espositori era diviso nelle aree tematiche: Cosmowine, Cosmobeer, Cosmotech, Food, Ristorazione, Eventi e Bio-Vegani-Gluten Free.

L’area Cosmobeer è sicuramente stata la mia preferita e mi sono lasciata tentare dall’ottima selezione di birre aromatizzate partendo dallo stand del Microbirrificio Jeb di Triverbio con la Jeb Brulè, un’ambrata dal mood invernale prodotta con anice stellato, cannella, chiodi di garofano e arancia. Per passare ad una lager del Birrificio La Superba al basilico fresco della Riviera Ligure, un omaggio alla città di Genova.  Mi si sono illuminati gli occhi alla vista di stand di sidro, davvero squisito quello della Cascina Danesa  o lo scozzese Thistly Cross aromatizzato allo zenzero. Quando si esce a bere qualcosa è sempre raro trovare del buon sidro quindi ero estasiata.

img_6100
Mi sono innamorata dello stand di Myhomemade con preparati per dolci anche vegan o per cioccolata in tazza (fondente, latte, cannella o fondente peperoncino)  nei barattoli di vetro, ideali da regalare anche a Natale.

img_6135

Fantastiche le ragazze del banchetto Natural Food (piadine vegetali e tradizionali) che ci hanno regalato le piadine Vegan OK, che proverò presto per qualche ricetta.
Dalla Croazia è il banchetto Dolina Konoplje di prodotti a base di semi di canapa come olio e farine ideali per i celiaci, davvero speciali per sfornare biscotti.
Salse, salsine, patè! Devo sempre provarle tutte. Deliziose le salse trevigiane bio B73 come quella alla cipolla banca e arance, cipolla rossa e uva sultanina e al raddicchio rosso di Treviso. E per gli amanti del piccante non mancavano le opzioni come da Le Piccantezze con la salsa all’ habanero rosso e al jalapeno viola e altre specialità al peperoncino o l’nduja di Spilinga allo stand Larò.
Non mi sono risparmiata con gli assaggi di formaggi e in particolare dei pecorini come il fiore sardo o quello stagionato nelle foglie di noce.
Purtroppo non ho avuto tempo di partecipare alle degustazioni guidate o ai seminari.  Avrei voluto seguire “La cucina dei Social Media” con Massimo Salomoni, social media manager del sito Cucinare meglio e docente di Social Media presso lo IED di Milano, su come viene affrontato il food nella comunicazione social e sulle nuove tendenze della stessa, fra cucine speciali,  rapporti con le aziende del food, piatti tradizionali, inforicette e prodotti tipici. L’anno prossimo non me li perdo!

Foto di Niccolò Martin

img_6068

 

img_6076img_6128img_6088img_6079

 

img_6094

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *