Forchette e cuffiette: pausa pranzo con gli WOW

10930902_1041706742524115_8732866568311208176_n

Armate di penne, cuffiette e forchette, iniziamo la rubrica di cibo e musica in collaborazione con Radar Live.
Oggi intervistiamo gli Ϟ ϟ ϟ WOW ϟ ϟ ϟ la nuova sorpresa della musica italiana. 
Sono in quattro, arrivano da Roma anche se in realtà provengono tutti da posti diversi (China, la cantante con una vita parallela d’attrice di cinema italiano, è in realtà ligure, così come la sezione ritmica composta da Thibault e Samir può vantare natali francesi, l’unico romano vero e proprio è il chitarrista Leo Non)Gli WOW – si pronuncia UOU, dicono loro – sono una macchina del tempo verso la Sanremo degli anni ’60. Un po’ come se al Casinò (il teatro Ariston non c’era ancora) avessero deciso di sostituire l’orchestra con una band garage punk. Perché sì, gli WOW fanno questa cosa qui che non è facilissima da spiegare: canzone italiana classica suonata da una band che di classico e italiano non ha niente.
Gli WOW suonano Sabato 21 Febbraio al Circolo Mame di Padova, maggiori info qui
… 

Read More »

Interno 12, spazio culturale e ristorantino

10420253_717316921655009_4761695404518455902_n

A fine Settembre siamo stati invitate dalle ragazze di Interno 12 ad una festa nel loro spazio che ci è piaciuto davvero tantissimo. Veniva inaugurata la mostra “Ris-volti non ri-tratti” di Andrea Raimondo con un reading di poesie e testi dell’artista ed il concerto degli Infeltrio. In occasione della serata era possibile fare un perfetto aperitivo in stile bavarese con l’Augustiner, birra dell’Oktoberfest, e speck servito con pane nero profumato e fragrante ai semi di girasole. Ve ne parliamo solo ora perché il nuovo sito di Micibo era ancora in fase di toelettatura.

Interno 12 è il nuovo spazio culturale e ristorantino adiacente al teatro dei Carichi Sospesi in Vicolo Portello 12 a Padova. E’ un po’ come l’appartamento di “Friends”: una sorta di casa accogliente all’interno di un set dove vita quotidiana e proposte artistiche si mescolano. Le offerte culturali, musicali, artistiche e gastronomiche sono semplici e genuine.  E’ una casa accogliente, con coinquilini che si incontrano a fine giornata.
Il sogno e l’ambizione dello staff di Interno 12 è di renderlo un vero centro culturale, aperto dal mattino a tarda sera, con colazioni, pranzi e cene, con costante offerta culturale e produzione artistica…. 

Read More »

Intervista a Morning Tea

Official_6

“Morning Tea è una chitarra acustica in una stanza nell’ East End di Londra. Condensa sulla finestra, vengo e foglie che cadono.
Morning Tea è una chitarra acustica in una stanza nell’ East End di Londra. Condensa sulla finestra, vengo e foglie che cadono. Poi torna il sole. Per un po’. Un thè caldo, dei biscottini e una sigaretta fatta a mano mentre sul piatto gira Nick Drake.
Morning Tea è la prima cosa del mattino, fra la nostalgia di posti mai visti e la magnifica ordinarietà della vita di tutti i giorni.
Morning Tea sono Clarks in cammino sull’asfalto bagnato delle strade di Hoxton, di Sesto San Giovanni o di chissà dove, poco importa.Morning Tea è Mattia Frenna, classe 1988, già “chitarra gentile” dei Motel 20099.
E’ uscito a settembre il suo album d’esordio via Sherpa Records: una raccolta di canzoni essenziale, calma e gentile… Come il thè del mattino.”

Il tuo nome mi è piaciuto tantissimo perché sono una tea lover e per me il tè del mattino è un rituale sacro.  Come lo hai scelto?
Cercavo qualcosa che prima di tutto suonasse bene e che rendesse l’idea del  contesto all’interno del quale si è sviluppato il progetto. Era dicembre di un paio di  anni fa, vivevo in un appartamento popolare ad Hoxton, East London…i giorni erano freddi, umidi e opachi, riflessivi e malinconici…giorni bellissimi tutto sommato…ecco mi sembrava che “morning tea” evocasse tutto questo in maniera perfetta.

Che tipo di tè preferisci e che musica ascolti mentre lo bevi?
Tè nero, è l’unico che riesco a bere…magari con del latte…Io ascolto un sacco di  musica diversa, diciamo che dal momento in cui metto l’acqua nel bollitore al  momento in cui giro lo zucchero si può passare agilmente da Elliott Smith ad Alva Noto…. 

Read More »