Il Covo del Ribelle, Ristorante Messicano a Vicenza

Il covo del ribelle - Ristorante messicano - Vicenza

Io e mio marito Nico siamo grandi amanti della cucina messicana e tex-mex. Quando ci hanno parlato del Ristorante Messicano Il Covo del Ribelle a Vicenza e delle sue salse piccantissime alla Man VS Food, abbiamo dovuto provarlo subito!
Appena entrata…sbav, ho visto subito un vassoio di cocktail favolosi! Sono assolutamente un punto di forza de Il Covo del Ribelle, la caipiroska fragola che ho preso era davvero ottima!
Dato che eravamo in gruppo abbiamo ordinato uno dei Menù par Amigos, per 20 euro a testa che includeva antipasto e piatto di portata. Antipasto: nachos (serviti con formaggio fuso, pomodori, chili leggermente piaccante e guacamole), anelli di cipolla, bastoncini di mozzarelle impanati e speziati e chicken wings…. 

Read More »

I Tortellini di Valeggio sul Mincio

tortellini 1

Quasi sicuramente, se si scova una persona a caso per la strada e le si chiede dove nasce il tortellino questa vi risponderà: Bologna, è ovvio! Questo a meno che non vi troviate nel veronese o non siate di fronte ad un vero appassionato di cucina. In tal caso la risposta potrebbe stupirvi…
Non tutti, infatti, sanno che non esiste un’unica tipologia di tortellino, sono almeno due. Quello bolognese ha una pasta molto più spessa, mentre quello di cui si parlerà fra poco ha una pasta sottilissima, talmente sottile che bisogna stare attentissimi in fase di cottura. Si tratta di una pasta all’uovo ripiena e richiusa su se stessa pizzicando insieme i due lembi più esterni, creando un vero e proprio nodo. La leggenda vuole che questo tortellino nasca in un bel paese del veronese, tranquillamente adagiato lungo il corso del fiume Mincio. Si tratta di Valeggio sul Mincio, o Valés sul Mèns nel dialetto locale. I suoi abitanti affermano di vivere in una Valle Divina (il nome Valeggio deriverebbe dal latino Valledium, ossia letteralmente Valle degli Dei). Ma che crediate o meno alla veridicità di questa etimologia, è indubbio che questo paesino si trovi davvero in una posizione felice. Poco lontano dal Lago di Garda e circondato da basse colline, dove le viti la fanno da padrone (qui nasce il famoso Bianco di Custoza), in primavera regala un panorama mozzafiato con file e file di peschi e albicocchi in fiore…. 

Read More »

8 leghe sotto i mari a Vicenza

baracca 6

“Con quale furore ci spingemmo allora contro quei mostri! Eravamo fuori di noi. Dieci o dodici polpi avevano invaso la piattaforma del battello. Ci scagliammo alla rinfusa in mezzo a quei tronconi serpentini che sussultavano sulla piattaforma in un mare di sangue e di inchiostro (…)
Presi dalla foga continuavamo a colpire quando un lieve e gradevole profumo si impadronì della nostra attenzione.
Fu lampante la scena… quei due mascalzoni… vestiti da cuochi per giunta! Noi a rischiare la vita e loro nelle retrovie a raccogliere brandelli per poi sperimentare nuove pietanze da servire sul Nautilus! Sebbene poi, del Nautilus, rischiasse di non restare nulla!”
(Jules Verne, 20.000 leghe sotto i mari)

 

I racconti di Jules Verne, così come quelli di Salgari, mi hanno sempre affascinata fin da bambina. Sarà forse perché, come ogni bambina, sognavo l’avventura, i viaggi, la scoperta di terre lontane. O forse perché mio padre mi ha sempre parlato con passione e una certa nostalgia, sentimento che allora ancora non comprendevo, delle storie che avevano segnato la sua infanzia, che parlavano di pirati, di luoghi esotici, di battaglie e di avventurose spedizioni ai confini del mondo.
Così, quando ho sentito parlare di una trattoria che aveva pensato a delle serate culinarie dedicate ai capolavori di Verne non ho potuto fare a meno di provare!… 

Read More »