Viaggio culinario nella terra dei canguri (prima parte)

sydney

L’Australia non è un’isola, ma un continente. Questa affermazione può sembrare una banalità, ma fa comprendere quanto questo stato sia vasto e mutevole (da un punto di vista culturale, paesaggistico, ma soprattutto culinario). Sono stata in questo bellissimo paese, ahimè, solo per tre settimane (di certo non abbastanza per vederlo tutto), ma voglio darvi lo stesso qualche piccolo suggerimento food nel caso vi trovaste a bazzicare nei pressi di Sydney o decideste di fare una capatina nel Red Centre.
La prima cosa che dovete sapere è che gli australiani mangiano a qualsiasi ora (almeno nelle grandi città). Potete fare colazione fino a mezzogiorno, pranzare fino alle quattro e per cenare si parte dalle cinque e mezza e si arriva fino alle undici (sono pur sempre di tradizione inglese). Questo discorso non vale, però, per il Red Centre e per le zone più remote, dove molti ristoranti chiudono alle nove di sera.
… 

Read More »

A merenda da Doody’z, Salad Bar vegano a Padova

Doddy'z Salad Bar Padova - Micibo

Non vedevamo l’ora che aprisse Doody’z e finalmente è arrivato! Poco tempo fa avevamo intervistato Ati Safavi, la creatrice di Doody’z. Ieri sono stata all’inaugurazione e mi sono già innamorata di questo vegan salad bar, anche perché sono insalata dipendente. Ho ordinato un’insalata piccola con seitan che ho condito anche con salsa curry e tamari, una delizia. Si poteva scegliere tra tre tipi di insalate verdi, da abbinare ad altre verdure e prodotti di vegan butchery. Ho bevuto un tè bianco bio al lime e ho assaggiato un muffin vegano alla vaniglia davvero divino.
C’è anche la possibilità di scegliere tra due menù:

  • da 10 euro include insalata formato piccolo con quattro ingredienti, pane, muffin e bibita alla spina.
  • da 14 euro include insalata formato grande con cinque ingredienti, pane, fetta torta salata, muffin, bibita.

… 

Read More »

Lunedì 1 Dicembre apre Doody’z, il Salad Bar vegano

 

Schermata 2014-11-26 alle 17.20.04

Avevamo parlato di Doody’z, il salad bar vegano, un po’ di tempo fa e finalmente è arrivato! Apre Lunedì 1 dicembre a Padova, in via Manin 18, a due passi da Piazza delle Erbe. 
Doody’z nasce dall’idea di
Ati Safavi, imprenditrice franco iraniana e del marito Mirco Bergamasco, il notissimo giocatore professionale di Rugby.
Il Salad Bar offrirà colazioni, brunch, pranzi o merende esclusivamente etici.
Per l’inaugurazione sarà presente anche Mirco Bergamasco, speriamo d’incontrare anche il cagnolino Doody’z dal quale ha preso nome il locale.
Nello stesso giorno, in Piazza delle Erbe, ci sarà uno spettacolo animazione di alcuni ragazzi travestiti da frutta e verdura, vi offriranno tanto buon cibo per rifocillarvi.
Lunedì passeremo sicuramente ad assaggiare la nostra salad firmata Doody’z.

I Tortellini di Valeggio sul Mincio

tortellini 1

Quasi sicuramente, se si scova una persona a caso per la strada e le si chiede dove nasce il tortellino questa vi risponderà: Bologna, è ovvio! Questo a meno che non vi troviate nel veronese o non siate di fronte ad un vero appassionato di cucina. In tal caso la risposta potrebbe stupirvi…
Non tutti, infatti, sanno che non esiste un’unica tipologia di tortellino, sono almeno due. Quello bolognese ha una pasta molto più spessa, mentre quello di cui si parlerà fra poco ha una pasta sottilissima, talmente sottile che bisogna stare attentissimi in fase di cottura. Si tratta di una pasta all’uovo ripiena e richiusa su se stessa pizzicando insieme i due lembi più esterni, creando un vero e proprio nodo. La leggenda vuole che questo tortellino nasca in un bel paese del veronese, tranquillamente adagiato lungo il corso del fiume Mincio. Si tratta di Valeggio sul Mincio, o Valés sul Mèns nel dialetto locale. I suoi abitanti affermano di vivere in una Valle Divina (il nome Valeggio deriverebbe dal latino Valledium, ossia letteralmente Valle degli Dei). Ma che crediate o meno alla veridicità di questa etimologia, è indubbio che questo paesino si trovi davvero in una posizione felice. Poco lontano dal Lago di Garda e circondato da basse colline, dove le viti la fanno da padrone (qui nasce il famoso Bianco di Custoza), in primavera regala un panorama mozzafiato con file e file di peschi e albicocchi in fiore…. 

Read More »